Leasing auto a protestati: la guida definitiva per riacquisire la mobilità con stile!

Leasing auto a protestati: la guida definitiva per riacquisire la mobilità con stile!

Il mondo del leasing auto si è sempre distinto come una soluzione flessibile per chi desidera guidare un veicolo nuovo o recente senza dover necessariamente procedere all’acquisto. Tale opzione è particolarmente apprezzata sia da privati che da aziende per la sua capacità di offrire un servizio su misura, adattabile a diverse esigenze economiche e professionali. Tuttavia, per chi ha avuto problemi finanziari in passato, quali protesti o segnalazioni come cattivo pagatore, le porte del leasing sembrano chiudersi inevitabilmente. In questo articolo esploriamo le possibilità e le alternative per chi, trovandosi in questa scomoda situazione, desidera comunque approcciarsi al leasing di un’autovettura.

Cosa significa essere protestati

Prima di approfondire le opzioni di leasing per protestati, è fondamentale comprendere cosa significhi essere protestati. Il protesto è un atto formale che viene emesso quando un assegno o una cambiale non vengono pagati alla scadenza. Tale evento porta alla segnalazione dell’individuo presso i sistemi di informazioni creditizie, come la Centrale Rischi di Banca d’Italia o il Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) gestito da società private. Una volta segnalati, i soggetti protestati incontrano notevoli difficoltà nell’accesso ai crediti, in quanto le istituzioni finanziarie li considerano a rischio di insolvenza.

Il leasing auto è un contratto di noleggio a lungo termine che permette di utilizzare un veicolo dietro il pagamento di un canone periodico. Al termine del contratto, il cliente può decidere di restituire il veicolo, rinnovare il contratto o acquistare la vettura pagando il valore residuo. Questa formula consente di evitare un impegno economico iniziale elevato e di beneficiare di un mezzo sempre efficiente e aggiornato.

Le limitazioni per i protestati

Per chi è stato protestato, ottenere un leasing può risultare complesso. Gli istituti finanziari, prima di concedere un leasing, effettuano controlli approfonditi sulla situazione economica del richiedente. Un passato da protestato può essere un segnale di allarme per la società di leasing, che potrebbe quindi rifiutare la richiesta o imporre condizioni più stringenti.

Opzioni disponibili per i protestati

Nonostante le difficoltà, esistono alcune possibilità per i protestati interessati al leasing auto. Una delle strade percorribili è quella di presentare garanzie aggiuntive, che possono rassicurare l’ente erogatore sul fatto che i pagamenti saranno effettuati regolarmente. Queste garanzie possono includere:

Fideiussioni

Una fideiussione è una garanzia fornita da un terzo soggetto, che può essere un privato o una società di garanzia, che si impegna a coprire eventuali insolvenze del debitore.

Maxi canoni anticipati

Pagare un canone iniziale più consistente può aiutare a mitigare i rischi per la società di leasing e facilitare l’approvazione del contratto.

Cessione del Quinto

In alcuni casi, è possibile ricorrere alla cessione del quinto dello stipendio o della pensione come garanzia per ottenere il leasing auto per i protestati, con la trattenuta diretta sulla retribuzione.

Alternative al leasing tradizionale

Per chi trova insormontabili le barriere all’accesso al leasing tradizionale, esistono alternative che meritano considerazione.

Rent to Buy

Il rent to buy è una formula che prevede un periodo di noleggio durante il quale si pagano canoni mensili, parte dei quali contribuiscono all’acquisto finale del veicolo. Questa opzione spesso non richiede controlli creditizi severi come il leasing.

Noleggio a lungo termine

Anche il noleggio a lungo termine può essere un’alternativa valida, consentendo l’uso di un veicolo senza doverlo acquistare e senza dover fornire particolari garanzie personali.

Acquisto di auto usate

Acquistare un’auto usata attraverso finanziamenti dedicati può rappresentare un’opzione per chi è protestato. In questo caso, si potrebbe optare per finanziarie che accettano clienti con passato creditizio difficile.

Le basi per un dossier di richiesta leasing convincente

Se un individuo protestato decide di tentare comunque la strada del leasing, è essenziale preparare un dossier in grado di convincere l’istituto finanziatore. Tale dossier dovrebbe includere:

Documentazione completa

Un dossier completo che mostri la situazione finanziaria attuale del richiedente e la sua capacità di risanamento.

Piano di rimborso credibile

Un piano ben strutturato che illustri come si intende fare fronte ai pagamenti del leasing, evidenziando eventuali entrate fisse e stabili.

Eventuali referenze

Referenze positive da parte di datori di lavoro o partner commerciali possono influire positivamente sulla decisione dell’ente erogatore.

Il percorso verso l’ottenimento di un leasing auto per protestati è complesso e ricco di ostacoli. Tuttavia, conoscendo le proprie opzioni e avendo la determinazione di presentare un caso solido agli istituti finanziatori, non è impossibile trovare soluzioni adeguate che consentano di beneficiare della flessibilità e dei vantaggi offerti da questa formula. È consigliabile valutare attentamente le proprie possibilità finanziarie e le alternative disponibili prima di intraprendere qualsiasi impegno, per assicurarsi che la scelta del leasing, o di un’alternativa, sia sostenibile nel lungo termine e non porti a ulteriori complicazioni finanziarie.

Torna in alto